La storia di questo ristorante è in realtà un “affare di famiglia” nel senso che racchiude  la passione di tre generazioni che dagli anni cinquanta fino ai giorni nostri si sono succedute con impegno e volontà per creare questo posto magico che oggi è diventato il ristorante La Baita.

Fu la nonna, Lilia Biondi, che nel 1949 si mise in testa di aprire la sua bottega di generi alimentari, dove già allora si potevano trovare prodotti tipici toscani di qualità. Ben presto la bottega diventò un luogo di ritrovo dove molti abitanti della zona ma non solo, si fermavano alla domenica per degustare spuntini e bere il vino buono. Allora la nonna, donna ambiziosa e di gran temperamento si mise in testa di ingrandirsi e così fece; aiutata dal marito, Livio Piattelli, ampliò il locale e cominciò a costruire “La Baita”. Nel ’54 si comprò la prima televisione che divenne attrattiva di molti compaesani, fece la sua sala da ballo e iniziò sul serio con la ristorazione realizzando lei stessa piatti prelibati. La nonna faceva il pane alla mattina presto, preparava la pasta, tutti i sughi e gli arrosti di carne.

Dopo alcuni anni il ristorante era ormai noto a molti e attirava gente sia dalla montagna che dalla città così i figli, Sandro e Franco iniziarono anche loro ad aiutare la nonna in questa avventura.

Fu negli anni ottanta che ci fu un ulteriore svolta, quando Sandro e la moglie Alessandra decisero di ampliare ancora il locale e di cominciare a specializzarsi su un piatto principale: la bistecca alla fiorentina.

Si può dire che è stato proprio Sandro, il mio babbo, a dare un impronta forte al ristorante; con tanto sacrificio e passione ha reso il ristorante famoso in Toscana per le sue bistecche alla brace. A questo punto io e mia sorella Rachele cosa potevamo fare di più?! In realtà molto e lo abbiamo fatto o almeno ci stiamo provando: cerchiamo ogni giorno di dare ai nostri genitori un impulso al cambiamento, un tocco di novità al locale e ai piatti cercando di rimanere legate alla tradizione e di dare ai nostri clienti decennali un motivo sempre nuovo per venirci a trovare.

Rachele, la chef, si impegna ogni giorno per creare nuovi piatti, dai desserts, la sua specialità, alla pasta, rigorosamente fatta in casa, curando in ogni dettaglio le sue creazioni. Il babbo è sempre alla griglia a cucinare le sue bistecche e i funghi porcini. La mamma oltre ad occuparsi della cura del cliente controlla scrupolosamente ogni fornitura di merce accertandosi della qualità e della freschezza dei prodotti che utilizziamo. Infine io mi occupo principalmente della mia grande passione, i vini, andando alla scoperta dei prodotti di nicchia, visitando le diverse cantine e aziende vinicole in Toscana e cercando di consigliare il cliente secondo le sue scelte gastronomiche.

Che altro dire?! Soltanto che la cucina è passione e solo chi ce l’ha davvero può garantire nel tempo una costante eccellenza nel proporla.

Vi aspettiamo a “La Baita”!

Aurora Piattelli

Consigliato da                                    Seguici su